Pane e pizze

E’ una variante della tradizionale pizza Rianata. La Rianella: aglio trapanese, origano e mozzarella

Ciò che fa di questa ricetta la sua particolarità è la croccantezza e la morbidezza, dovute all’uso di grani antichi, farine di grano duro siciliano e farina 00, una buona idratazione e una lunga lievitazione. Può sembrare una focaccia, perché si presenta alta, di forme diverse e si può ordinare anche “a metro”. Ma il suo condimento, con l’aggiunta dell’origano e della mozzarella, toglie ogni dubbio. Siamo di fronte alla pizza tipica della citta di Trapani.

Pizza Rianella – Foto di CustonaciWeb

Rianella

La rianella è una variante della più nota "rianata", cioè l'origanata, che nasce nel secondo dopoguerra nel trapanese e che fa, della presenza abbondante dell'origano, il suo cavallo di battaglia. Ciò che da "rianata" la trasforma in "rianella" è l'aggiunta della mozzarella. Le fanno compagnia i sapori forti del territorio, come l'aglio di Nubia, il pomodorino fresco "a pennula" di Paceco, l'olio dell'agro ericino, le rinomate sarde sotto sale di Selinunte, il pecorino siciliano e soprattutto l'uso di grani antichi.
Preparazione 40 min
Cottura 30 min
Lievitazione 2 h
Tempo totale 3 h 10 min
Portata Pane e Pizze
Cucina Siciliana
Porzioni 2

Ingredienti
  

  • 500 g di farina di grano duro
  • 25 g di lievito di birra fresco
  • 300 ml di acqua
  • 300 g di pomodorini freschi (o passata)
  • 2 spicchi d'aglio
  • 100 g di pecorino grattugiato
  • Un rametto di origano
  • 100 g di sarde sotto sale
  • Un cucchiaino di zucchero
  • 11 g di sale
  • 100 ml di olio evo
  • 200 g di mozzarella per pizza

Istruzioni
 

  • Sciogliete il lievito in 20 ml d’acqua tiepida, mescolata con un pizzico di zucchero. A parte amalgamate la farina, l'acqua e una presa di sale; unite il tutto e impastate a lungo.
  • Dopo circa 20 minuti raccogliete l’impasto a palla e adagiatelo in una ciotola infarinata. Coprite con un canovaccio e fate lievitare per un paio d’ore al caldo.
  • Riponete sulla spianatoia la pasta. Fate delle pieghe senza premere per non far uscire l'aria che ha incorporato l'impasto, rifate la palla e lasciate lievitare ancora un altro paio d'ore.
  • Adagiate l'impasto ben lievitato in una teglia unta d’olio, allargandolo con le dita senza premere. Distribuitevi sopra le sarde dissalate e spezzettate, affondandole leggermente nella pasta.
  • Aiutandovi con un mortaio, pestate l’aglio, incorporatevi i pomodori pelati e sminuzzati, salate, e aggiungete un filo d’olio.
  • Cospargete la pizza con il pesto di aglio e pomodoro, aggiungete sopra un'abbondante manciata di origano tritato e il pecorino; coprite alla fine con la mozzarella e irrorate con un filo d’olio extra vergine.
  • Infornate in forno statico, già preriscaldato, a 250 °, per circa 25-30 minuti. Servite la rianella ancora calda. E' un tripudio di odori e di sapori.

Note

Dove acquistare il nostro libro di ricette?

Trovate le ricette di tanti altri piatti della tradizione all’interno della collana di libri “Ricette Siciliane” edita da CustonaciWeb. Il primo volume dal titolo: “I sapori della tradizione” lo trovate sia in versione cartacea cliccando qui che in versione eBook cliccando qui . Anche il secondo volume, “Profumi e sapori che emozionano”, è possibile acquistarlo in entrambe le versioni, cliccando qui per la classica versione cartacea oppure cliccando qui nel comodo e moderno formato eBook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: