Territorio

La Scala dei Turchi conquista e affascina i turisti di tutto il mondo

Una parete rocciosa bianco candido a picco sul mare azzurro e incontaminato di Realmonte: è la Scala dei Turchi, una delle attrazioni naturalistiche siciliane più belle e più frequentate dai turisti di tutto il mondo.

Scala dei Turchi – Foto di marcociannarel – Shutterstock

Un luogo affascinante posto fra due spiagge di sabbia finissima, dalla cui sommità è possibile scorgere tutta la costa agrigentina. Un’opera d’arte naturale modellata dalle intemperie, nel corso dei millenni e il cui colore bianco accecante, sotto i raggi del sole crea un intenso contrasto cromatico con l’azzurro del mare e del cielo.

La Scala dei Turchi si colloca tra i primi dieci siti marini al mondo. Ogni anno infatti migliaia di turisti giungono qui per utilizzare i ‘gradini’ della falesia come un enorme solarium naturale dove, grazie alle proprietà riflettenti del colore bianco della pietra, si riesce ad ottenere un’abbronzatura intensa e uniforme.

Scala dei Turchi – Foto di Daniele Alosi

Una leggenda racconta che nel ‘500 l’odierna Realmonte, nell’agrigentino, veniva presa d’assalto dai Saraceni che, arrivando in quel tratto di mare tranquillo, protetto dalla Scala, ormeggiavano le loro navi e scalavano indisturbati la gradinata di questa falesia naturale, facendo razzie di tutto ciò che trovavano nei villaggi intorno alla cittadina. Tutti i popoli che compivano atti di pirateria, quindi anche i corsari saraceni, erano chiamati Turchi con una connotazione dispregiativa. Ecco perché quello spettacolo di costa viene chiamato Scala dei Turchi (conosciuta l’espressione “Mamma li turchi” per indicare pericolo).

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: