Secondi

Involtini alla palermitana: un’idea di recupero per il ripieno e una sfiziosa alternativa alla fettina

Involtini alla palermitana – Foto di CustonaciWeb

Gli involtini di carne, originari di Palermo ma diffusi in tutta la Sicilia, sono di solito preparati con la carne di vitello, ma possono realizzarsi anche con il petto di pollo o con le fettine di maiale. Si trovano spesso già pronti nelle macellerie, alcune delle quali sono proprio specializzate nel presentare queste soluzioni alternative alla fettina.

Involtini alla palermitana

Nascono per sfruttare al meglio e rendere appetibili anche i tagli di carne meno pregiata e soprattutto per recuperare gli avanzi di cucina utili per il ripieno che si differenzia da famiglia in famiglia. Si possono cuocere alla piastra, in graticola o al forno o addirittura in un sugo semplice. A Palermo sono detti anche “spitini” di carne, per via del lungo spiedino di legno con cui si raccolgono in numero di tre, solitamente, intervallati da alloro e cipolla.
Preparazione 20 min
Cottura 30 min
Tempo totale 50 min
Portata Secondi
Cucina Siciliana
Porzioni 4

Ingredienti
  

  • 6 fettine sottili di vitello
  • Una cipolla
  • 2 spicchi d'aglio
  • 20 g di pinoli
  • 20 g di uva passa
  • 100 g di mollica
  • Un mazzetto di prezzemolo
  • 3 cucchiai di caciocavallo grattugiato
  • Q. b. di pangrattato
  • Q.b. di olio evo, sale e pepe
  • Alcune foglie di alloro

Istruzioni
 

  • Versate olio evo in una grande padella e mettete a soffriggere la cipolla finemente affettata e l'aglio. Aggiungete pinoli e uva passa.
  • Togliete l'aglio, se non desiderato, e versate la mollica. Fate tostare e aggiustate di sale e pepe.
  • Spegnete. Tritate il mazzetto di prezzemolo e, in una ciotola, versatelo assieme al soffritto cui aggiungerete il formaggio grattugiato mescolando il tutto bene. Il ripieno è pronto.
  • Su un tagliere, stendete, nel senso della lunghezza, ciascuna fettina di carne, un pizzico di sale e adagiate su di esse un'abbondante cucchiaiata di ripieno
  • Arrotolate la fettina avendo cura di chiudere i bordi laterali per trattenere il ripieno.
  • Adesso passate ciascun involtino nell'olio e poi nel pangrattato.
  • Quando sono tutti pronti, raccogliete gli involtini in numero di tre, infilzateli con degli spiedini di legno intervallandoli con foglie di alloro e cipolla.
  • Sono pronti per cucinarli. Adagiateli su una teglia da forno, versate sopra di essi un filo d'olio e infornate per 15/20 minuti a 200 gradi.
  • Volendo cucinarli sul piano di cottura, si possono grigliare su una piastra o, in alternativa, cuocerli in un sugo semplice, chiudendoli a uno a uno con uno stecchino.

Note

Dove acquistare il nostro libro di ricette?

Trovate le ricette di tanti altri piatti della tradizione all’interno della collana di libri “Ricette Siciliane” edita da CustonaciWeb. Il primo volume dal titolo: “I sapori della tradizione” lo trovate sia in versione cartacea cliccando qui che in versione eBook cliccando qui . Anche il secondo volume, “Profumi e sapori che emozionano”, è possibile acquistarlo in entrambe le versioni, cliccando qui per la classica versione cartacea oppure cliccando qui nel comodo e moderno formato eBook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: