Natura

Acque cristalline, sabbia, ciottoli e fitta vegetazione: le 10 spiagge più belle del trapanese

Meravigliose acque cristalline dalle infinite sfumature di blu e sabbia chiara circondata da una ricca vegetazione mediterranea. Mettetevi comodi e venite con noi, vi portiamo alla scoperta delle spiagge più belle del trapanese.

San Vito Lo Capo

Su di un lembo di terra proteso sul mare, che divide in due la costa nord occidentale della Sicilia dando origine al Golfo di Cofano e al più grande Golfo di Castellammare, sorge San Vito Lo Capo, una delle più rinomate mete turistiche siciliane, conosciuta in tutto il mondo per la sua splendida spiaggia caraibica, considerata una delle spiagge più belle d’Italia. La spiaggia bianca bagnata dalle acque cristalline che tendono a sfumare sul blu verso il largo, si estende per circa 3km di costa, fondendosi con la fitta vegetazione, con le viuzze del borgo ornate di fiori profumati e con le basse case bianche che ogni anno accolgono migliaia di turisti e visitatori.

San Vito Lo capo – Foto di Vito La Sala

Baia Santa Margherita

Tra Castelluzzo e Macari, a 6 Km dalla più nota località di San Vito Lo Capo, si trova la splendida Baia di Santa Margherita, due chilometri e mezzo di costa che si tuffa in un mare color smeraldo, una tappa imperdibile per chi ama andare alla scoperta delle bellezze naturali del territorio trapanese. Uno scorcio di mare che ci incanta per la bellezza del suo paesaggio, per le sue acque incontaminate e per la cornice in cui è inserita tra Monte Cofano e Cala Mancina. Una costa frastagliata dove si trovano varie spiaggette e calette di sabbia. Un mare con tali trasparenze mozzafiato e una natura così incontaminata che rendono questo angolo di costa un piccolo paradiso terrestre.

Baia Santa Margherita – Foto di CustonaciWeb

Baia Cornino

Con le sue acque cristalline e un paesaggio circostante a tratti selvaggio e incontaminato, Baia Cornino vi sorprenderà piacevolmente. Un luogo che per la sua varietà è adatto sia ai frequentatori della spiaggia che agli amanti dei tratti rocciosi, quest’ultimi magistralmente attrezzati con delle comodissime piattaforme mobili che rendono l’acceso al mare facile e sicuro. La piccola spiaggia alle falde della montagna di Cofano, è circondata tutt’intorno da rigogliose Palme nane e da coreografici ciuffi di “Disa”, un angolo di paradiso estremamente affascinante da non perdere durante la vostra vacanza in Sicilia.

Baia Cornino – Foto di CustonaciWeb

Calette “Agghiareddi”

Alle porte della Riserva Naturalistica di Monte Cofano, immerse in un paesaggio unico e suggestivo, si trovano due splendide perle naturali di ciottoli bianchissimi: gli “Agliareddi”. Immergersi nelle acque cristalline delle due baie è un’esperienza davvero da sogno, che dovete assolutamente provare.
Lontani dal frastuono della folla estiva, da qui si domina tutto il golfo. Se soggiornate a Castelluzzo, potete raggiungere facilmente in bici le due baie, altrimenti potete arrivare tranquillamente in auto.

Riserva di Monte Cofano, Caletta “Agghiareddi” – Foto di Fabio Maranzano

Cala Mazzo di Sciacca

A ovest, esattamente nei pressi di Scopello vi imbatterete nella splendida Cala Mazzo di Sciacca, una delle baie più famose di Castellammare del Golfo, immersa in una folta vegetazione con un panorama bellissimo. Per arrivare non è proprio una passeggiata ma la fatica verrà ripagata; troverete un comodo parcheggio e un chioschetto che vi potrà fornire sdraio e ombrelloni ed esservi utile per uno snack o una bibita fresca. Potrete godere di un panorama fantastico, nel silenzio, comodi e in tutto relax. A vostra scelta godetevi il sole o esplorate i fondali. Acque trasparenti, pulite e da lasciarci il cuore.

Cala Mazzo di Sciacca, Castellammare del Golfo – Foto di lenisecalleja.photography – Shutterstock

Cala Rossa

Cala Rossa è la baia più famosa dell’isola di Favignana. Recentemente insignita del titolo di spiaggia più bella d’Italia da Skyscanner. Stupisce per il mare cristallino incorniciato da una natura selvaggia e incontaminata, capace di attirare ogni anno migliaia di turisti da ogni parte del mondo. La cala è simile ad un anfiteatro naturale che guarda verso l’isola di Levanzo, chiuso sullo sfondo da alte pareti di roccia di calcarenite. Stupisce i visitatori per il colore azzurro intenso del mare, incastonato tra le suggestive cave di tufo. La spiaggia formatasi grazie alla sabbia trasportata dalle correnti tra le insenature della costa è piccola ma è possibile sdraiarsi al sole anche sui grandi scogli appiattiti che caratterizzano la baia.

Favignana, Cala Rossa – Foto di astridgioia da Pixabay

Le calette dello Zingaro

La spettacolare Riserva Naturale Orientata, dello Zingaro, in provincia di Trapani, è un piccolo mondo che regala un’oasi incontaminata, un omaggio a chi si avventura in questo percorso, una carezza per gli occhi e per il cuore. E’ caratterizzata da una ricca natura e preziose calette, bagnate da un mare che è un vero della natura. Le calette dello Zingaro si possono raggiungere solo a piedi, percorrendo uno stretto sentiero all’interno di una delle riserve naturali più interessanti e belle della Sicilia. Percorrendo la riserva dal lato di Scopello, la prima caletta, la Capreria, la troverete a circa venti minuti di cammino. Se preferite camminare di più, prima di concedervi un bel bagno, potete raggiungere le altrettanto spettacolari spiagge di Cala dell’Uzzo, Cala della Disa, Cala Berretta e Cala Marinella poste quasi al centro della riserva. Entrando dal lato di San Vito Lo Capo la prima spiaggia che incontrerete, in appena cinque minuti di cammino, è quella di Cala Tonnarella dell’Uzzo. Naturalmente, sia la Capreria che Tonnarella dell’Uzzo, essendo vicinissime ai rispettivi ingressi e molto facili da raggiungere, sono tra le più affollate in estate, quindi se volete un posto più tranquillo, per i vostri bagni, camminate un po’ di più.

Riserva dello Zingaro – Foto di essevu – Shutterstock

Guidaloca

La baia di Guidaloca è formata da una spiaggia cosparsa di sassi bianchi resi lisci dall’azione delle acque. E’ una baietta lunga circa 400 metri, terminante sul lato ovest con una torre risalente al XVI secolo, antico punto di vedetta.
Le acque in questo tratto di costa sono di un azzurro intenso e di una trasparenza veramente uniche e le varie grotte che punteggiano il litorale alto e roccioso rendono la costa affascinante e misteriosa.

Spiaggia di Guidaloca – Foto di CustonaciWeb

Caletta del Bue Marino

Un luogo straordinario per gli amanti del relax a contatto con natura incontaminata a pochissima distanza dalla più affollata spiaggia di San Vito Lo Capo. Si tratta di una meravigliosa baia di ciottoli bagnata da acque cristalline eletta da Legambiente spiaggia più bella d’Italia nel 2016.

Caletta del Bue Marino, San Vito Lo Capo – Foto di CustonaciWeb

Spiaggia di San Giuliano

La spiaggia di San Giuliano, a Trapani, è affollatissima perchè comoda da raggiungere, ha tantissimi tratti di spiaggia libera, è molto ambita dai turisti che giungono in visita alla città di Trapani. E’ una lunga distesa di sabbia finissima e dorata, con un mare limpido e il fondale sabbioso, poco profondo, per questo molto frequentata fa famiglie con bambini. Se soggiornate in città, e non volete spostarsi con l’auto, la potete facilmente raggiungere anche a piedi o con i mezzi pubblici. Praticamente ti accoglie senza che tu abbia bisogno di cercarla. Non mancano lidi attrezzati con cabine, bar, ristoranti, sdraio, lettini e ombrelloni. E’ una spiaggia per tutti.

Spiaggia di San Giuliano – Foto di CustonaciWeb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: