Territorio

Francavilla di Sicilia: il suggestivo borgo nel parco dell’Alcantara tra i Peloritani e i Nebrodi

Francavilla di Sicilia, in provincia di Messina, sorge a nord dell’Etna, sulla riva sinistra del fiume Alcantara. Un luogo affascinante tra i Monti Peloritani e i Monti Nebrodi. E’ una cittadina ricca di storia; si dice prenda il nome da franc-ville, cioè città franca a indicare che fosse esonerata dal pagare le tasse. Ci sono molti ritrovamenti, custoditi nel museo di Siracusa, che risalgono al V sec. a.C. a testimonianza delle sue origini molto antiche. Notizie più “documentate” sulle sue origini si hanno a partire dall’età normanna, quando fu costruito il monastero di San Salvatore della Placa e il Castello.

Francavilla di Sicilia – Ruderi del Castello – Foto di Gian Piero Romano

Immersa nella meravigliosa natura del Parco Fluviale dell’Alcantara, Francavilla di Sicilia ci regala mille emozioni! Tra la natura selvaggia, le bellezze paesaggistiche e i numerosi monumenti, le cose da fare e da vedere qui non mancano di certo.

Da visitare sicuramente la Chiesa Madre, dedicata a Santa Maria Assunta, con un quattrocentesco portale, l’Antiquarium dove troviamo i resti degli scavi archeologici dell’antica necropoli e il Palazzo Cagnone. Da qui si snoda il sentiero naturale delle “Gurne dell’Alcantara”, un percorso da cui è possibile ammirare il fiume Alcantara e le sue Gurne, un susseguirsi di laghetti tondeggianti nei quali crescono piante idrofile, ben adattatesi a queste acque fredde e la cui fioritura, tra aprile e luglio, regala una visione incantata a tutto il percorso.

Francavilla di Sicilia – Chiesa Madre – Foto di Gian Piero Romano

Il sentiero, percorso ogni anno da numerose scolaresche, offre ai visitatori l’opportunità di immergersi nella storia con le numerose testimonianze storiche e culturali: gli scavi archeologici dell’insediamento greco del V sec a.C., i ruderi del castello di Francavilla di Sicilia, e le Saje, piccole condotte che costituiscono un sistema di irrigazione costruito dagli Arabi.

Se ci addentriamo nella bella cittadina e ne percorriamo le vie, ci affascinano i suoi angoli medievali con casette semplici, addossate le une alle altre che, ricche di chiese e palazzi, rendono elegante nella loro semplicità il centro storico con le sue fontane.

Le manifestazioni cittadine più interessanti e di grande attrazione turistica sono le processioni del Venerdì Santo e la festa dedicata al Santo Patrono, S. Euplio, l’ultima domenica di agosto. Molto sentito è il “Carnevale Francavillese” che culmina con la farsa della “Cianciuta”. Tante altre manifestazioni si svolgono, durante l’arco dell’anno, all’insegna della degustazione di prodotti dell’enogastronomia locale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: