Turismo

28 milioni di italiani pronti a partire per le vacanze estive. La Sicilia tra le mete più gettonate

Sono circa 28 milioni gli italiani che quest’anno faranno le vacanze una o più volte, tra giugno e settembre, per un totale di 62,8 milioni di partenze in Italia e all’estero, compreso chi alloggerà in strutture extra-alberghiere. Questi i dati dell’Osservatorio Confturismo-Confcommercio.

San Vito Lo Capo – Foto di CustonaciWeb

Un’estate in linea con quella del 2019, se non addirittura migliore. In media verrà speso a testa quasi 300 euro per un week end, 540 euro per una vacanza tra 3 e 6 giorni e 1.250 per una vacanza di 7 o più, giorni. Tutto questo riverserà complessivamente nell’economia nazionale, circa 47 miliardi di euro tutto compreso (trasporto, soggiorno, ristorazione, intrattenimento, shopping, ecc.).  

Il budget di spesa risulta essere il primo elemento con cui gli intervistati fanno i conti, citato come motivazione di scelta della destinazione di viaggio dal 19,3% del campione, seguito dalla ricchezza delle attrattive del luogo e dalla qualità del paesaggio, rispettivamente al 13,5% e al 12,1%.

Un italiano su due ha già deciso e fissato tutto: il 16% risponde di non avere bisogno di prenotare perché sceglierà una soluzione propria o andrà da amici o parenti, mentre il 31% ha già prenotato i servizi che gli servono. Del restante 50%, metà sono già attivi nel controllo delle disponibilità di strutture ricettive e mezzi di trasporto, mentre gli altri ancora stanno decidendo. La prima ad essere concretamente programmata è la vacanza principale, quella di 7 giorni o più, come ha già fatto il 73% degli intenzionati ad andare via a luglio e il 65% dei vacanzieri di agosto.

L’80% dei vacanzieri ha scelto di passare le vacanze entro i confini nazionali, il 20% invece andrà all’estero. Grande successo della Puglia, in vetta alla classifica delle preferenze, seguita da Sicilia e Toscana ma con ottime performance anche di Emilia Romagna, Sardegna e Calabria. All’estero si prediligono Grecia in prima battuta e, a seguire con un po’ di distacco, Spagna, Francia e Croazia. Sono scelte che ci parlano di una grande voglia di mare, che in effetti gli intervistati indicano come destinazione preferita nel 57% dei casi, seguito a distanza da montagna e città d’arte, tra il 13% e l’11% delle preferenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: