Eventi

21,43 metri di dolcezza. Caltanissetta entra nel Guinness dei Record con il cannolo più lungo del mondo

Un grande cannolo, opera dell’industria dolciaria, la cui realizzazione ha visto partecipare pasticceri da tutta la Sicilia e da gran parte della penisola, ha iscritto Caltanissetta nel libro del “Guinness World Records” per il cannolo più lungo del mondo. Sono 21 metri e 43 centimetri di cialda croccante con un ripieno di 700 chili di ricotta cremosissima amalgamata con 350 chilogrammi di zucchero, impreziosita da cannella, gocce di cioccolato e granella di pistacchio.

Caltanissetta, Cannolo più lungo del mondo – Foto di Matilde Falcone

Il diametro del cannolo è di 18 centimetri ed è stato realizzato utilizzando tubi di acciaio inox. Le cialde sono state fritte in una fornace di Belpasso con circa 200 litri di olio e poi portate a Caltanissetta.

Guida, consigliere, esperto capitano, a capo di un folto gruppo di colleghi, circa 150 persone, per raggiungere questo primato, è stato il maestro pasticciere nisseno Lillo Defraia affiancato egregiamente da Luigi Li Veli, esperto di procedure Guinness. Madrina dell’evento Anna Martano, prefetto per la Sicilia, dell’Accademia italiana gastronomia e gastrosofia. Significativo l’apporto da Ristoworld Italia di cui è presidente Marcello Proietto di Silvestro, che ha coordinato tutta la fase preparatoria dell’evento.

Il cannolo, secondo la leggenda, ebbe i suoi natali a Caltanissetta, ed è un prodotto della tradizione dolciaria conventuale. Quindi non poteva che realizzarsi nella città nissena questo evento importantissimo che ha come obiettivo la definizione della De.Co (denominazione comunale “Cannolo di Caltanissetta”) e la sua promozione per essere esportato in Europa e in tutto il mondo.

Il super cannolo, la cui preparazione è stata autorizzata da Londra, sede ufficiale del Guinness World Records, realizzato in corso Umberto, disposto su un tavolo lungo 30 metri, è stato poi distribuito al pubblico presente; la parte rimanente è stata messa a disposizione di enti benefici, il tutto in adesione e nel rispetto della legge che disciplina la sicurezza alimentare.

Un grazie speciale a Matilde Falcone per la gentile concessione della foto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: