FoodNatura

Patelle di mare: da cibo dei poveri a ingrediente gourmet

Le patelle di mare sono dei molluschi gasteropodi, della sottoclasse eogastropoda. La specie maggiormente ricercata dall’uomo per il consumo alimentare è la ferruginea, varietà diffusa soprattutto nel Mar Mediterraneo Occidentale e considerata a rischio estinzione a causa dell’inquinamento delle acque e del prelievo intensivo da parte dell’uomo.

Un tempo accomunata alla categoria del pesce povero, oggi la patella è considerata un ingrediente gourmet da gustare cruda, spesso colta e gustata al momento, è bene sapere però che il consumo crudo è potenzialmente oggetto di contaminazione da virus dell’epatite AVibrio choleraeSalmonella typhi  e paratyphi ecc.

Il metodo più facile di cucinarle è quello di tuffare in acqua bollente per qualche minuto e consumarle al naturale o condite con olio, succo di limone, prezzemolo, aglio, sale e pepe.

Se volete eseguire una preparazione appena più laboriosa potete saltarle in padella, sgusciate o intere, sfumarle con il vino bianco e condirle con olio, aglio e prezzemolo o addirittura con menta e maggiorana. Con le patelle si possono realizzare anche ottimi sughi con i quali condire deliziosi primi piatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: