Secondi

Calamari ripieni: in umido, in padella o al forno, sempre una leccornia. Eccoli gratinati al forno

Calamaro ripieno – Foto di Angela Badalucco

Quando parliamo di calamari ripieni ognuno può vantare la sua ricetta personale. Ogni preparazione è ottima se il prodotto è fresco. E ogni buon ingrediente in più è un arricchimento. Volendo realizzare quella in umido, preparate del sugo semplice e una volta riempiti i calamari, tuffateli nel sugo e fateli cuocere per almeno 30 minuti. Fate la prova stuzzicadenti e servite con del buon pane casereccio. Qui proponiamo la versione al forno.

Calamari ripieni

La fortuna di vivere in un'isola che generosamente ci regala ogni giorno il suo pescato, non possiamo non cucinare dei buoni e freschi calamari. Ripieni di pochi e semplici ingredienti perchè resti dominante il sapore del mare. Al forno a gratinare per una mezz'oretta e poi, morbidi e accoglienti nel palato, ci sanno deliziare e gratificare senza appesantire. Sono un ottimo secondo con un'abbondante insalata di stagione!
Preparazione 30 min
Cottura 30 min
Tempo totale 1 h
Portata Secondi
Cucina Siciliana
Porzioni 4 Porzioni

Ingredienti
  

  • 4 calamari freschi di media grandezza
  • 2 spicchi d'aglio
  • 200 g di pangrattato
  • 2 uova
  • 100 g di olive
  • 20 g di uvetta
  • 10 g di pinoli
  • Un ciuffo di prezzemolo tritato
  • 100 g di formaggio grattugiato
  • Mezzo bicchiere di vino bianco
  • Q.b. di olio evo, sale e pepe

Istruzioni
 

  • Pulite bene i calamari svuotando tutte le parti interne, togliete la cartilagine. Eliminate la pelle e tagliate le due ali. Staccate i tentacoli, togliete gli occhi e il dente.
  • Mettete a soffriggere i 2 spicchi d’aglio in olio extra vergine d’oliva. Aggiungete le ali e i tentacoli tagliati a pezzettini, una spruzzatina di vino bianco e lasciate dorare per 5 minuti.
  • In una ciotola a parte mescolate il pan grattato e il formaggio con le due uova; aggiungete l’uvetta ammollata e strizzata, i pinoli, le olive e il prezzemolo tritati, il soffritto della padella, una spruzzatina d’olio, sale e pepe e siete pronti per creare l’imbottitura dei calamari.
  • Utilizzate il composto per farcire le sacche dei calamari, avendo l’accortezza di non riempirli troppo. Chiudete l’apertura con uno stuzzicadenti. In una ciotolina a parte condite una manciata di pangrattato con prezzemolo tritato, sale, pepe, un po’ di formaggio, un goccio di olio evo e mescolate il tutto.
  • Adesso prendete una pirofila, ungete con un filo d’olio e spargete sopra una spolverata di pangrattato. Sistemate i calamari uno al fianco dell’altro, una spruzzatina appena di vino bianco e ricoprite la loro superficie con il composto appena preparato a parte.
  • Coprite con un foglio di alluminio bucherellato e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 25 minuti. A metà cottura, togliete il foglio di alluminio e lasciate gratinare i calamari che devono risultare ben cotti, morbidi e dorati.
  • Portate fuori dal forno, togliete lo stuzzicadenti, tagliate a fette spesse un paio di centimetri e servite ancora calde, accompagnando con pomodorini, patate o verdurine.

Note

Dove acquistare il nostro libro di ricette?

Trovate le ricette di tanti altri piatti della tradizione all’interno della collana di libri “Ricette Siciliane” edita da CustonaciWeb. Il primo volume dal titolo: “I sapori della tradizione” lo trovate sia in versione cartacea cliccando qui che in versione eBook cliccando qui . Anche il secondo volume, “Profumi e sapori che emozionano”, è possibile acquistarlo in entrambe le versioni, cliccando qui per la classica versione cartacea oppure cliccando qui nel comodo e moderno formato eBook.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: