Tradizioni

Lo scacciapensieri, lo strumento dal suono vibrante, tipico della Sicilia

Lo scacciapensieri è uno strumento musicale, forse il più antico, già noto ai romani e diffuso nel mondo orientale. Nel nome il suo simbolico uso: mezzo per rilassarsi, cacciare i cattivi pensieri. Sembra facile da usare: si crea musica poggiando il suo telaio tra i denti e facendo vibrare la linguetta metallica ricurva con le dita. Ma non è affatto semplice modulare i movimenti della bocca e della lingua e nello stesso tempo fare attenzione a non farsi male.

Questo strumento è noto anche con il nome di marranzano. A Palermo lo chiamano mariuolu, a Catania lo conoscono come marauni e ngannalarruni ad Agrigento. E’ piccolo e ha la forma di ferro di cavallo con questa linguetta centrale fissata da una sola parte.

Marranzano – Foto di CustonaciWeb

Ha trovato la sua forte identità in Sicilia dove è da sempre considerato strumento popolare, tipico, tradizionale. Il marranzano è tra gli strumenti protagonisti delle feste popolari in Sicilia, ma lo si trova anche in Sardegna sotto il nome di malarruni (trunfa o trumba) e in tanti altri paesi del mondo.

Ha sempre accompagnato i tipici carretti siciliani. “Carrari”, contadini e pastori ne avevano sempre uno a portata di mano. Il loro suono, spesso malinconico, “colmava” la solitudine, addolciva i cattivi pensieri, regalava un po’ di spensieratezza. E’ il principe delle feste folkloristiche; accompagna tarantelle e canzoni della cultura popolare; si sposa con altri strumenti della tradizione come il “friscaletto” o la fisarmonica.

Ma per varcare con forza i confini regionali è servito il western americano ed Ennio Morricone. Il grande musicista, infatti, utilizzò il marranzano per la colonna sonora del famoso film di Sergio Leone “Per qualche dollaro in più” ed è stato il suo battesimo ufficiale fuori dall’isola.

Leggende o luoghi comuni l’accompagnano. Si dice che se lo scacciapensieri ha la linguetta d’argento, produce un suono magico tale da far cadere, chi l’ascolta, in un sonno profondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: