Ambiente

Installato a Castellammare del Golfo un Seabin: un cestino del mare che raccoglie i rifiuti galleggianti

Un moderno “cestino mangia rifiuti” è stato istallato nelle acque del porto di Castellammare del Golfo, per raccogliere i rifiuti che galleggiano sulla superficie dell’acqua comprese le microplastiche. Seabin, così si chiama il dispositivo ecologico galleggiante, è stato collocato, dall’Amministrazione Comunale, dopo aver siglato un’apposita convenzione, presso la sede nautica della Lega Navale Italiana di Castellammare del Golfo, che si occuperà della manutenzione.

“Installiamo nelle nostre acque un sistema seabin, un bidone del mare che riesce a risucchiare la plastica che incontra – affermano il sindaco Nicolò Rizzo e l’assessore all’Ambiente Vincenzo Abate – ma che necessita di supporto e manutenzione possibile grazia alla collaborazione della sezione della Lega navale italiana guidata da Giuseppe Stabile. Uno strumento utile ed efficace certamente non risolutivo ma importante sia per raccogliere plastica dalle nostre acque sia per sensibilizzare sull’inquinamento e promuovere buone pratiche per la riduzione e il riciclo della plastica nell’ambiente”. 

I Seabin sono dei veri e propri cestini di raccolta dei rifiuti galleggianti in grado di catturare circa 500 chilogrammi di spazzatura all’anno. Il sistema, capace di trattenere anche le microplastiche e le microfibre, rimane in funzione 24 ore su 24 e pompa fino a 25.000 litri d’acqua all’ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli relativi

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: