Religione

Da Domenica delle Palme potrebbero riprendere le processioni in Sicilia

Dalla prossima domenica delle Palme, dopo due anni di fermo a causa delle misure di contenimento della pandemia, potrebbero riprendere le processioni in Sicilia.

Ad affermarlo sono i vescovi di Sicilia, a conclusione dei lavori della sessione primaverile della Conferenza episcopale siciliana, alla luce della decisione del governo italiano di revocare lo stato di emergenza.

Trapani, processione dei Misteri – Foto di Giuseppe Sanalitro, Esparco86 – Licenza CC BY-SA 4.0Wikimedia Commons

La conferenza episcopale siciliana sottolinea in una nota indirizzata alle 1.053 confraternite dell’isola “l’urgenza dell’evangelizzazione” e l’obbligo di accogliere tra i propri membri persone che “non appartengono ad associazioni di tipo mafioso, non sono contrarie ai valori evangelici e non si sono rese colpevoli di delitti disonorevoli”.

Quale gesto concreto di compassione col popolo ucraino, i Vescovi invitano tutti ad evitare i fuochi o le cosiddette “bombe pirotecniche” per le prossime feste pasquali (Domenica delle Palme – Pasqua).

“Non si possono sparare i fuochi d’artificio mentre uomini e donne, anziani e, specialmente, bambini sono atterriti dal suono delle sirene e uccisi dalle bombe belliche. In segno concreto di solidarietà, si invita a convertire il corrispettivo dei fuochi pirotecnici in aiuti umanitari ai profughi che saranno accolti nelle nostre Diocesi e nelle nostre Città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: